Privacy Policy I paladini sinistrorsi del Pensiero Unico | Il blog delle libere idee

I paladini sinistrorsi del Pensiero Unico

paladino sinistrorso del Pensiero Unico

C’è una categoria che spopola sui Social e che ritengo essere il cancro dell’informazione: sono i paladini sinistrorsi del Pensiero Unico.

Chi sono i paladini sinistrorsi del Pensiero Unico?

Bella domanda.

Una risposta univoca e diretta non la ho, ma ho un’idea di massima.

Questi influencer da social sono i nuovi giornalisti e, ancor peggio, sono i messaggeri del Pensiero Unico che ormai inonda internet come la marea nera alle Mauritius.

Questi personaggi (che per praticità chiamerò PSPU) sono il male dell’informazione e, quel che è peggio, sono l’espressione della nuova “Sinistra”, quella Sinistra che di “sinistra” non ha più nulla ma che, anzi, ha più cose in comune con l’etimolgia di “sinistro” che con le ideologie di una gloriosa vecchia sinistra.

Prendete per esempio le Sardine: le Sardine sono (state…?) un movimento “di piazza” il cui unico scopo sarebbe stato quello di opporsi a Salvini: Salvini come male assoluto e unico, Sardine paladine del giusto.

In sostanza sconfiggere Salvini era l’unico modo di salvare l’Italia.

Si è poi visto chiaramente che le Sardine erano state montate ad arte per veicolare i voti alle amministrative di Bologna per far vincere il PD. PD il partito della nuova Sinistra atlantista, filo-europea ecc. ecc. Rimando alle analisi di Fusaro.

Fatto quello sono praticamente sparite.

Di questa onda di pensiero anti-fascista fanno parte, appunto, questi influencer da social; non faccio nomi perché non è bello, ma quando vedrete un articolo su FB che va contro Salvini, contro Briatore, contro Sgarbi e contro i complottismi saprete che avrete davanti uno di loro.

Complottari vs. Complottisti

Ed ecco un altro punto che caratterizza i PSPU: combattere il complottismo con tutte le armi possibili.

E qui casca l’asino: questi personaggi non hanno capito NULLA del vero complottismo.

Qui bisogna fare una distinzione chiave: complottari vs. complottisti.

Chi è il complottaro: il complottaro è un beone da tastiera, frustrato, il cui unico pensiero (non Pensiero Unico, attenzione!) è quello di vedere il complotto in tutto. Piove? COMPLOTTO! Oggi la benzina costa meno? COMPLOTTO!

Il complottaro non è in grado di motivare le sue opinioni e qualsiasi cosa accada è colpa, A PRESCINDERE, dei Poteri Forti.

La sua arma di attacco preferita è la shitstorm sui social.

Chi è il complottista: il complottista è una persona che nutre dubbi sulla narrazione ufficiale che gli viene posta dai mass media. Non dà niente per scontato e non è sicuro di niente.

Partendo da questo presupposto si informa, cerca fonti, dà le sue opinioni e in seguito le motiva in modo pacato e calmo.

Capita molto spesso che le conclusioni di un complottista cozzino con le versioni della narrativa ufficiale e cosa succede a questo punto?

Il PSPU, essendo per definizione messaggero del Pensiero Unico, non può accettare che tali conclusioni siano vere, ergo il complottista dice per forza delle fesserie ed è solo uno sciocco complottista che non ha capito niente!

La Costituzione

La prima riga dell’articolo 21 della Costituzione Italiana dice: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione“.

Avete capito quello che c’è scritto? TUTTI hanno DIRITTO di manifestare LIBERAMENTE il PROPRIO PENSIERO.

Quindi anche un complottista ha DIRITTO di dire la sua su un determinato argomento, ancor più se la sua opinione è correttamente motivata.

Ma qui succede qualcosa di ancora più grave: il PSPU è un animale che DEVE veicolare il Pensiero Unico per sopravvivere.

Se va contro il Pensiero Unico perde tutto, perde il territorio, perde followers, perde visibilità, perde credibilità (?? se mai ne ha avuta) e quando si accorge che NON PUÒ controbattere ad una teoria alternativa debitamente documentata, cosa fa?

Attacca la persona!

Esempio: il complottista dice che la torre WTC 7 non può essere crollata per gli incendi in atto al momento del crollo dell’11 settembre 2001 a New York ed il perché è spiegato in 125 pagine di ricerca scientifica firmata da 3500 architetti ed ingegneri di tutto il mondo.

Il PSPU non è evidentemente in grado di controbattere ad un’evidenza schiacciante del genere e quindi la sua risposta sarà una cosa del tipo: “ma cosa sta dicendo sto pirla? Sto scemo anni fa ha detto che un suo amico gli ha detto che la Terra è cava quindi è chiaramente un cialtrone“.

Ecco. Il PSPU non ha nemmeno TENTATO di controbattere ad una prova schiacciante e non gli è rimasto che attaccare il messaggero (perché non è in grado di attaccare il messaggio).

Antifascismo militante

Arriviamo al mostro finale.

Il PSPU è antifascista! Aborre il fascismo in tutte le sue forme.

Dobbiamo tutti volerci bene e combattere i cattivi tutti uniti.

Come pensa il PSPU di compiere questa impresa? Silenziando e bannando chiunque non la pensi come lui.

Il PSPU è, invece, un fascista travestito da militante di sinistra.

Spesso lo si vede in foto con un Mac da 2000 euro, Apple Watch e Air Pods per un valore totale di circa 4000 euro di materiale perché se non è griffato dalla testa ai piedi nessuno se lo caga.

Comunque, dicevamo che il PSPU è un fascista. Sì, lo è. Non vi devo spiegare quali erano i metodi del Fascismo, no?

Ecco, li ritroviamo pari pari (vabbè, non tutti…) nel modus operandi del PSPU.

In breve: chi non la pensa come me non ha diritto di parola.

E l’articolo 21 che fine ha fatto?

Conclusioni

Facendo un recap di quanto visto fin’ora io vedo un’analogia diretta tra il PSPU ed il complottaro: sono due entità agli antipodi, ma che hanno gli stessi metodi di lavoro.

Il complottaro insulta, attacca, non dà spiegazioni, si nutre di livore, è di cultura medio bassa e chi non la pensa come lui è un venduto.

Il PSPU è la stessa cosa ma dall’altra parte: non insulta direttamente, ma attacca in modo subdolo, è mediamente culturalmente più preparato di un complottaro e per questo, spesso, in malafede e più meschino quando attacca; chi non la pensa come lui è stupido e va silenziato.

Il complottista sta in mezzo: è equilibrato, mediamente colto, educato. Non sempre ha ragione (secondo me), ma ha diritto di parola come chiunque altro.

State alla larga dal PSPU e dal complottaro. Fatevi una vostra idea, leggete, studiate, informatevi e nessuno potrà dirvi niente (e se lo farà, non avrà alcuna importanza).

Siate complottisti, ma con cervello.

Peace.

Leave A Comment

Shares